Il perossido di idrogeno e l'alcol possono effettivamente peggiorare la guarigione delle ferite

Da bambino, graffi e tagli siamo praticamente inevitabili per me. Mi piaceva giocare a giochi che tipicamente si svolgevano nel campo giochi in calcestruzzo. Quindi molto spesso tornavo a casa con una specie di graffio sul mio ginocchio o gomito. Fortunatamente, mia madre sapeva esattamente cosa fare. Il primo passo, è stato quello di trasmettere il suo shock e compassione con un pizzico di rabbia nei confronti della mia natura incurante. Poi arrivò la terribile bottiglia nera di perossido di idrogeno. L'agonia da bambino che vede quella bottiglia è indescrivibile. C'è un detto "come versare il sale su una ferita", beh se dovessi mettere il perossido su una ferita aperta, sapevi esattamente cosa volesse dire. Ma non c'era modo di aggirare il problema, abbiamo dovuto disinfettare la ferita e infine applicare un cerotto per coprirlo.

I bambini ora tendono a fare più attività in ambienti virtuali e interni, ma ciò non significa che non si verifichino graffi e tagli. Ma proprio di recente, ho scoperto che questo processo potrebbe non solo impedire una corretta guarigione, ma potrebbe anche portare a più infezioni. Indipendentemente da ciò, se avete bambini o se vi capita di avere un graffio o di tagliarvi di tanto in tanto, potreste voler prestare attenzione.

Uso di perossido di idrogeno e alcool per la cura delle ferite

idrogeno-perossido-ferita-trattamento-benefici

Innanzitutto, prendiamo il perossido di idrogeno. Ancora oggi è ancora una delle soluzioni più utilizzate per l'irrigazione delle ferite e la prevenzione delle infezioni delle ferite. Tuttavia, la sua effettiva efficacia è sotto pesante dibattito per quanto riguarda gli antisettici della ferita. Altri studi stanno scoprendo che potrebbe non solo essere inefficace nell'aiutare la guarigione della ferita, ma potrebbe anche farlo rallentare il processo.

Il perossido di idrogeno è efficace nell'uccidere i batteri e prevenire la crescita di organismi patogeni. Il dolore associato al perossido di idrogeno è dovuto al perossido che attiva i recettori del dolore nell'area mentre uccide i batteri. È anche più efficace dello sfregamento dell'alcool. Allora, qual'è il problema? Il perossido di idrogeno non è in grado di distinguere tra cellule buone e cattive nella ferita. Uccide tutto, compresi i globuli bianchi, che rallenta la guarigione.

Quindi per quanto riguarda lo sfregamento dell'alcol? Mentre è ancora spesso usato ed è abbastanza efficace nel ridurre al minimo l'attività dei germi, brucia anche istantaneamente la pelle. Come risultato, le cellule della pelle possono essere danneggiate, producendo gonfiore e prurito, che possono essere erroneamente interpretati come sintomi infiammatori.

Altri miti delle ferite sfatati

Mito #1 L'applicazione della vitamina E aiuta la ferita a guarire più velocemente

Vitamina E può effettivamente rallentare il processo di guarigione e causare reazioni allergiche. [source]

Mito #2 Lasciare la ferita all'aria aperta aiuta a guarire

Mentre è vero che l'ossigeno gioca un ruolo importante nella guarigione, lasciando una ferita scoperta a "respirare" e asciutta può effettivamente ritardare la guarigione di 50%. [source]

Mito #3 L'esposizione al sole aiuta a fondere la tua cicatrice

Le persone credono che il sole possa aiutare a nascondere qualsiasi cosa, dalle cicatrici dell'acne alle ferite. Il fatto è che un'area danneggiata è più debole e quindi i raggi UV possono influenzarla maggiormente. I raggi UV possono interferire con la nuova produzione di collagene. Le ferite cicatrizzate devono essere protette con SPF 15 o una crema solare più alta (assicurati che sia il tipo più sano). [source]

Il mito #4 Scabs è un grande segno

Il fluido e i detriti induriti che formano la tua cicatrice possono effettivamente interferire con una sana guarigione. Si forma nel tentativo di ridurre la perdita di fluido in un ambiente secco, ma la sua presenza segnala un ambiente non ideale per la guarigione. [source]

Mito #5 Il prurito è un segno di guarigione

Mentre può essere, può anche essere un segno di una reazione allergica alla medicazione o all'unguento antibiotico. È importante non graffiare la tua area infetta anche se è prurito. Se il prurito peggiora di gravità o continua dopo poche settimane, potrebbe essere il momento di consultare un medico.

Il modo migliore per trattare una ferita naturalmente ed efficacemente

best-way-to-treat-ferita-naturale

Innanzitutto, chiariamo una cosa. Dipende dalla situazione. In una situazione di emergenza senza accesso all'acqua pulita e a molti possibili contaminanti, l'alcol per sfregamento o il perossido di idrogeno combinato con qualcosa per vestire la ferita, potrebbe essere ancora il modo migliore per prevenire l'infezione. Ma per una guarigione ottimale, quando la situazione lo consente, ci sono modi migliori. Pulire la ferita con acqua fredda e sapone naturale è un ottimo primo passo. Uno studio l'ha dimostrato Sapone di Castiglia abbassato il tasso di complicanze della ferita. Tuttavia, altri saponi comuni possono contenere sostanze chimiche e altri ingredienti, che possono effettivamente rallentare la guarigione e aumentare le probabilità di un'infezione. Così, puro sapone naturale di solito è la soluzione migliore. Il tuo secondo passo dovrebbe essere quello a cui sei abituato, sta mantenendo la ferita coperta. Usa un cerotto vecchio stile.

Infine, qualcos'altro che è molto importante per la tua ferita è l'umidità. L'umidità aiuta crea l'ambiente migliore per la tua pelle per guarire. Previene anche la ferita dalla scabbing e la pelle avrà meno probabilità di cicatrizzarsi. La ricerca mostra che una ferita deve essere mantenuta umida per almeno 5 giorni. Mentre gli unguenti antibiotici possono aiutare a mantenere umida la ferita, possono anche aumentare il gonfiore e causare un'infezione localizzata.

Quindi, in quale altro modo puoi tenere umida una ferita? Vaselina è qualcosa che è efficace e manterrà la tua ferita umida. Miele grezzo non filtrato è anche un'ottima alternativa. Quando i medici hanno confrontato il miele con antibiotici sui ceppi 28 di batteri resistenti ai farmaci associati alle ustioni, hanno scoperto che solo 3 è stato inibito da 11 degli antibiotici. Tuttavia, tutti i ceppi 28 sono stati inibiti dalla concentrazione di 25% di miele. Il miele è uno dei rimedi più vecchi disponibili e suoiproprietà antibatteriche sono famosi

Leggi anche:7 Potenti benefici del miele di Manuka (con studi)

Circa l'autore

Organici

Deliziosa fonte di notizie di tendenza, ricette salutari, video e offerte su prodotti biologici.