La mia vita come samurai inverso: come mi ha salvato il cibo biologico

All'età di tre anni i miei genitori hanno notato che qualcosa non andava. Poiché i dottori non avevano idea di cosa fosse, la chiamavano ignorantemente "distrofia muscolare", una malattia genetica presumibilmente incurabile. La malattia mi ha lasciato debole, magro e rachitico, sia fisicamente che emotivamente. Per la maggior parte della mia vita ho creduto che non potevo fare altro che vivere la mia vita, mentre il mio corpo si degradava lentamente nel nulla. Come molti altri, mi sono innamorato della trappola del fatalismo e dell'inutilità inventata. Diventai una delle moltitudini di topi che correvano verso il formaggio fuso che era così convincente sul meccanismo caricato a molla, e prima che potessi completare il mio primo strattone la molla era scattata e la mia testa era separata dal mio corpo. Senza una testa ero tanto suggestivo e programmabile come un automa, senza un pensiero indipendente, costretto a fare completamente affidamento sui medici per rispondere a domande su ciò di cui ero capace. Ora so che sono miseramente non qualificati per rispondere a queste domande, per me o per chiunque altro.

trappola per topi

In effetti, quel momento di decapitazione è stato il momento in cui sono diventato uno schiavo inconscio del nichilismo del moderno complesso medico. Ero dipendente dall'obbedienza disobbediente ai dettami dell'ortodossia medica e dei suoi medici fornitori, che, il più delle volte, si rivelavano anche piuttosto privi di mente. Ci è voluta un'esperienza inaspettata traumatica per finalmente svegliarmi dal mio coma di servilismo. Ho imparato a fidarmi del mio corpo, confido nel mio intuito e confido di avere il coraggio di navigare tra distrazioni, deviazioni e deviazioni della strada per la salute meno battuta. Alla fine, il cibo biologico è diventato indispensabile per il mio viaggio.

La mia relazione abusiva con il cibo

Da bambino, il matrimonio tra cibo e salute non faceva parte della conversazione a cena. Abbiamo più o meno mangiato una dieta americana standard, con un'insalata, una dose di olio di fegato di merluzzo e un multivitaminico. Durante l'adolescenza e verso i vent'anni, ho considerato l'importanza dell'alimentazione ancora meno, mentre il mio corpo si indeboliva e più debole. Le notti all'università sono state consumate con un mezzo pollo e riso di cinque dollari consegnato dal locale ristorante cinese, o una pizza da cinque dollari (probabilmente consegnata dallo stesso ristorante cinese), tutto affogato con una cola da una lattina non descrittiva da parte di una compagnia non descrittiva. Il cibo nella sala da pranzo non era molto meglio, e continuai a burrarci sopra, anche se diventava sempre più difficile per me sollevare il vassoio della mia sala da pranzo e metterlo in una delle strette fessure orizzontali nel grande vassoio ricettacolo nella parte anteriore della stanza. Spesso in solitudine, e sempre in imbarazzo, sono stato costretto a lasciare il mio vassoio di cibo mezzo mangiato solo sul tavolo per un lavoratore di mensa da rimuovere.

Durante la scuola di legge a Washington, DC, il mio mangiare e la mia salute sono peggiorati. Ogni venerdì, dopo una lunga settimana di lezioni, mi avventuravo al centro commerciale e mi "ricompensavo" con (avete indovinato) il cibo cinese. Era un delizioso piatto combo (in realtà un contenitore di polistirolo) del pollo del General Tso, pollo d'arancia e riso fritto, tutto affogato con un liquido verde nauseamente fosforescente nella tazza più grande disponibile. Le cose stavano diventando più difficili. Ad esempio, quando ho pronunciato il mio discorso elettorale per il caporedattore del Giornale di legge, ho iniziato a sentire un fuoco nei polmoni, a prendere la testa leggera e le vertigini, e quasi svenire. Invece di aspettare con i miei colleghi per i risultati del voto, mi ritirai nella sala studenti in modo che nessuno potesse vedermi lottare per riprendermi. Ho vinto le elezioni, che, al momento, pensavo di essere un risultato monumentale. Con il senno di poi, e in tutti i modi che mi interessano ora, so che la vittoria è stata una vittoria pirica.

cheesesteak

Qualche anno dopo, durante il mio dottorato. Studia a Philadelphia, ho continuato il mio rituale del venerdì, sostituendo il cibo cinese con pizza, ali di bufalo, cheesesteak e carrettiere con cibo in scatola, e cibo indiano di camion cibo direttamente dalla lattina. In 2005, ho mangiato del pollo sott'acqua da un ristorante giamaicano e ho iniziato a vomitare. Dopo un giorno, pensavo che la malattia fosse finita. Mi sbagliavo. Il deterioramento della mia condizione generale ha cominciato ad accelerare, manifestando un aumento della debolezza muscolare, stanchezza cronica e una sudorazione incontrollabile abbondante. Ho fatto del mio meglio per nasconderlo a tutti, orchestrando attentamente o semplicemente evitando qualsiasi interazione sociale in cui i miei sintomi potessero essere resi evidenti. Mi sentivo solo e depresso ed ero completamente smentito. In qualche modo sono riuscito a finire i miei corsi e passare i miei esami completi. Di nuovo, quelle vittorie furono piriche.

Dalla devastazione alla rivelazione

In 2008, ero un avvocato volontario presso uno studio legale di interesse pubblico locale quando ricevetti una telefonata dal mio neurologo. Per tutto il pomeriggio rimasi seduto pazientemente in un piccolo, disordinato, ingombrante armadio di un ufficio che aspettava ansiosamente la chiamata. I risultati del test erano dentro e la conclusione era chiara. Il mio corpo era diventato così debole che non potevo più deglutire in sicurezza. Stavo aspirando nei miei polmoni ogni volta che mangiavo, causando episodi ricorrenti di polmonite che stavano solo esacerbando la mia condizione. Non sarei più in grado di mangiare o bere. Ho singhiozzato, in devastazione e in privato. Il mio ultimo pasto era il giugno 2, 2008 - salmone, maccheroni e formaggio e pane di mais del supermercato locale. Nei giorni che seguirono il mio intervento chirurgico al tubo di alimentazione, ho bevuto solo frullati proteici, il colore e la consistenza della pasta sporca per carta da parati. Dopo l'intervento, fissai disgustato la nuova appendice di plastica che sporgeva beffardamente dall'addome e guardai torvo la bile verde fosforescente e nauseabonda che lo riempiva.

a-rahman-ford-how-eating-organico-salvato-me

Questo è un "sano" che inizio a confrontarmi con la mia vergogna personale.

Mi è stata prescritta una formula enterale elaborata preconfezionata densamente calorica come unica fonte di nutrizione. Ho dovuto collegare una macchina ogni notte per 14 ore, da 7: 00 PM a 9: 00 AM. Non appena ho iniziato a usare la formula, la mia salute cominciò a declinare ad un tasso esponenziale, che io attribuivo indebitamente al corso naturale della malattia. Quando l'allarme della macchina suonava al mattino, stavo per staccare la spina e iniziare il rituale di sgombero del tubo. La formula era così viscosa che avrebbe intasato il tubo, e io, nel mio stato terribilmente indebolito, mi alzavo dal divano, posizionavo la lunghezza del mio tubo di alimentazione sul bancone che separava il soggiorno dall'angolo cottura e passavo a un Ora schiacciavo gli zoccoli con il gomito mentre le lacrime mi riempivano gli occhi. Urinavo due volte al giorno e mi muovevo le viscere una volta alla settimana. Ho continuato a perdere peso, perdere la coordinazione e perdere me stesso. Mi aggrappavo ancora alla convinzione che non c'era nulla che potessi fare ma diventare sempre più malato e alla fine morire, anche se la mia intuizione stava sussurrando qualcosa di diverso.

In preda alla disperazione, sono volato a Nanjing, in Cina, per la terapia con cellule staminali. Non solo il trattamento con cellule staminali fallì (ora so perché), ma avrei potuto facilmente morire di polmonite contratta mentre ero lì, per non parlare di un grave attacco di calcoli renali. Tuttavia, il viaggio non è stato un fallimento completo. Mentre ero malato a letto e con educate infermiere cinesi che mi sorvegliavano, ho avuto una rivelazione. In quel momento di malattia, sapevo con assoluta certezza che i dottori avevano torto. Sapevo che non si trattava di distrofia muscolare e lo stavo dimostrando. Una volta tornato a casa, ho deciso di ricominciare da zero e, abbinando la mia costellazione di sintomi ai risultati delle ricerche online e della letteratura medica, ho compilato un elenco dell'universo delle possibili malattie che potevo avere. Probabilmente ho passato più tempo a leggere letteratura medica di quanto non leggessi per la mia tesi di dottorato. E 'stato tempo ben speso.

Prendendo il mio controllo indietro

Dopo innumerevoli test e disallineamenti (e talvolta mentendo apertamente) da parte di molti medici di molte specialità, ho finalmente trovato la risposta. Avevo ragione. Non era la distrofia muscolare. Non era genetico. Si trattava di infezioni, che in qualche modo avevo contratto durante l'infanzia e nel corso della mia vita, e che avevano causato l'insorgere di diverse allergie alimentari subacute che causavano infiammazione. L'infiammazione ha colpito principalmente il mio sistema nervoso e il metabolismo, motivo per cui sono sempre stato scoordinato, debole e scheletrico. Questa scoperta è arrivata nel luglio dell'anno scorso, agli anni 38. E perché il mio deterioramento ha accelerato dopo che ho iniziato a usare il tubo di alimentazione? È successo perché stavo avendo gravi reazioni allergiche alle sostanze chimiche, ai conservanti, ai pesticidi e agli OGM nelle formule nutrizionali enterali trasformate che i medici mi avevano prescritto. Nel momento in cui ho fatto la correlazione mi sono sentito un pazzo. Ogni volta che mangiavo quel cibo cinese mi stavo ammazzando. Ogni volta che mangiavo ali e pizza mi stavo ammazzando. Ogni volta che collegavo il mio alimentatore mi stavo ammazzando. I miei rituali di ricompensa del venerdì erano in realtà rituali di distruzione. In realtà ero - anche se involontariamente - complice della mia stessa morte.

frutti di bosco

All'inizio di 2015, ho condotto test di allergia alimentare e ho iniziato a passare lentamente dalla mia formula prescritta ad una dieta biologica. I risultati sono incredibili. Avevo più energia e forza. Molte delle allergie "minori" - problemi di pelle, caduta di capelli, gengive sanguinanti - sono andate via. Le basi della mia dieta sono ora kombucha, tarassaco e cavolo verde, che mi stanno aiutando a eliminare le mie infezioni da quasi quarant'anni e ripopolare il mio intestino con batteri buoni. Perché le mie allergie sono così estese, il recupero è stato lento e irregolare e il mio metabolismo non si è ancora normalizzato. Tuttavia, ci sono stati sicuramente progressi e so che è possibile un recupero completo.

Non essere un samurai inverso

Il termine giapponese seppuku descrive il rituale del taglio dell'addome eseguito da un samurai in conformità con i dettami di Bushido. Viene eseguito con una lama corta chiamata a TANTO. Seppuku è una morte onorevole. Per gran parte della mia vita, ero stato un samurai al contrario, impegnato in una performance sadica e golosa, parzialmente motivata dalla vergogna, parzialmente motivata dalla fuga e parzialmente motivata dalla cecità ostinata. La mia ricompensa ritualizzata del "cibo" trasformato e conservato era, letteralmente, un breve, appuntito pugnale chimico da cocktail, immerso ripetutamente nel mio stomaco, uccidendo i miei buoni batteri, uccidendo il mio spirito e uccidendomi. A differenza dei samurai, non c'era assolutamente alcun onore in quello che stavo facendo. Con ogni morso o ingoia mi impantanai sempre più in disonore. La mia dieta biologica a base di piante ha rimosso il pugnale dalla mia mano e l'ho sostituito con un ago e un filo. Potrebbero volerci anni per me per ricucire la ferita e guarirla completamente, ma so per certo che l'emorragia si è interrotta. La cicatrice che rimarrà sarà un simbolo d'onore per il mio corpo e lo spirito.

Circa l'autore

Rahman Ford

A. Rahman Ford è appassionato di vita organica e salute olistica. In
cercando una cura per la propria malattia, ha imparato quanto sia potente e ottimale
la nutrizione è Ha conseguito una laurea in giurisprudenza presso la Howard University e un dottorato di ricerca.
dall'università della Pennsylvania.