La Monsanto potrebbe aver rovinato il miele per tutti noi

Uno studio dell'Università di Boston ha recentemente confermato che la Monsanto potrebbe aver rovinato un altro alimento base nelle nostre diete - il miele. I ricercatori hanno trovato quantità significative di glifosati sia nel miele organico che normale.

Lo studio ha mostrato che il 62% di miele convenzionale e il 45% di miele biologico campionati presentavano glifosati oltre i limiti minimi stabiliti. Ma cosa c'entra questo con Monsanto? Uno dei prodotti più redditizi di Monsanto è Roundup, un erbicida popolare che contiene - avete indovinato - glifosati. È interessante notare che i livelli di glifosati nel miele erano molto più alti nei paesi che consentivano alle colture GM e agli Stati Uniti di essere in cima alla lista.

Perché è nel nostro miele biologico?

bio-miele-carrellata

Come sono questi erbicidi che si fanno strada nel miele biologico? Bene, vedi, le api domestiche possono sorvolare quanto miglia 6, coprire su acri 50,000 e riportare tanto quanto chili di nettare 250. Così, mentre la fattoria delle api può praticare i metodi di apicoltura più sicuri, deve tenere conto di tutto in un raggio di miglia 6, che in questo giorno è spesso impossibile. Tossine, erbicidi e pesticidi possono diffondersi nell'aria e flussi provenienti da fabbriche, fattorie e città vicine. Diventa estremamente difficile mantenere la purezza 100% nel miele.

Annunci

Un altro problema che gli apicoltori affrontano e che spesso contamina il miele è la cera. Per tenere gli acari fuori dagli alveari, gli apicoltori convenzionali usano pesticidi per sbarazzarsi di loro. Questi pesticidi penetrano nella cera e nel tempo si fanno strada nel nostro miele. Anche se potrebbe non sembrare un problema per gli apicoltori biologici (dal momento che non usano pesticidi), potrebbero comunque verificarsi problemi se decidessero di acquistare cera d'api commercialmente disponibile. Un'indagine sui residui di pesticidi negli alveari ha rivelato che 98% di essi conteneva almeno un pesticida.

Il miele è sicuro da mangiare?

Con tutti gli erbicidi e altre sostanze chimiche che ci fanno strada nella nostra riserva di cibo, questa domanda diventa più difficile rispondere con un "sì". Attualmente, i paesi che hanno vietato gli OGM possono avere livelli inferiori di erbicidi nel loro miele. Tuttavia, poiché tutto è interconnesso attraverso l'ambiente e il commercio, nessun paese è immune.

Mentre i campioni organici contenevano glifosati, essi contenevano livelli più bassi di quelli del miele convenzionale. Inoltre, il miele biologico tende ad essere molto più sano rispetto alle sue controparti pesantemente lavorate. Mentre il miele pulito non è impossibile, sta diventando estremamente difficile mantenere la sua purezza a causa di tutte le precauzioni che un apicoltore deve prendere. Possedere o contabilizzare tutto in un raggio di miglia 6 potrebbe non essere possibile per la maggior parte. L'idea migliore è quella di avere una conversazione con i tuoi apicoltori biologici locali o acquistare miele prodotto in paesi o aree che hanno vietato gli OGM(o almeno etichettarli).

OGM-etichettatura per paese

Tuttavia, questo è un altro colpo devastante per la nostra società e espone solo una piccola parte dei problemi nella nostra offerta di cibo. Questo è dovuto al fatto che molte colonie di api stanno già collassando e senza le api non avremmo la maggior parte degli alimenti che mangiamo oggi.

Parte di un problema più grande

Questi risultati segnalano un'ombra crescente sulla nostra offerta di cibo. Aziende come la Monsanto hanno spinto le persone in un angolo dove devono essere paranoici con tutto ciò che consumano. Sostanze chimiche, OGM, alimenti pesantemente lavorati prosperano in quanto rappresentano margini di profitto più elevati per le aziende e si adattano bene allo stile di vita on-the-go negli Stati Uniti. Sapere cosa c'è nel tuo cibo è ora un privilegio dato che le aziende hanno speso milioni di dollari per impedirci di sapere cosa c'è nel nostro cibo.

Cosa sai fare? Fai la tua ricerca, parla e vota con i tuoi soldi. Se non c'è domanda per questi prodotti, le aziende falliranno o cambieranno le loro abitudini. L'obiettivo non è quello di avere tutti i prodotti "organici", ma di avere cibo vero come i nostri nonni.

Fonti: [1] [2]

 

Circa l'autore

Organici

Deliziosa fonte di notizie di tendenza, ricette salutari, video e offerte su prodotti biologici.