Protezione solare esposta: la verità dietro la tua protezione solare

la crema solare fa male a te?

Si tratta di gradi 90 all'esterno e, appena prima di uscire, raggiungi quella protezione solare. Dopo tutto, ti è stato detto migliaia di volte che potresti non avere il cancro della pelle se non lo fai. Bene, non così in fretta, siamo qui per dirti la verità sulla protezione solare e sugli ingredienti pericolosi che si nascondono all'interno di essa.

La protezione solare è diventata un'industria da miliardi di dollari grazie alla nostra paranoia e disinformazione. Per non dire che la protezione solare a volte non è necessaria, ma alcune creme solari possono fare più male che bene. In teoria, la protezione solare dovrebbe proteggerci dalle radiazioni UV senza irritare la nostra pelle, causando allergie, perdendo la loro efficacia o formando prodotti potenzialmente dannosi. Tuttavia, la maggior parte dei filtri solari oggi fallisce questo criterio di base che solleva grandi preoccupazioni per la nostra salute.

La verità scioccante dietro la protezione solare

la protezione solare può essere dannosa per la salute

Gli ingredienti della protezione solare possono essere pericolosi

I filtri solari che comprate includeranno in genere una combinazione dei sei principi attivi più comuni che includono octorylene, omosalato, avobenzone, ossibenzone, ottattossato e ottatonato. Alcuni prodotti possono anche usare l'ossido di zinco con filtri chimici. Gli studi dimostrano che alcuni di questi ingredienti possono imitare i vostri ormoni, causare allergie e altri problemi potenzialmente gravi.

Il valore e le etichette SPF possono essere fuorvianti

SPF-etichette-ingannevoli

The Sun Protection Factor, o SPF, può essere fuorviante per le persone. Il numero misura quanto bene si dice la protezione solare per proteggerti dalle scottature, ma non dai raggi UVA, che causano altri tipi di danni. Inoltre, le persone spesso razionalizzano che dal momento che usano SPF più elevato sono in grado di stare al sole più a lungo, il che li rende ancora più suscettibili ai danni UV. Inoltre, i test di conferma nei laboratori hanno anche dimostrato che molti dei filtri solari offrono una protezione inferiore rispetto a quelli che pubblicizzano sui loro prodotti solari.

Molti prodotti per la protezione solare non hanno protezione UVA

Molti filtri solari vantano alti numeri di SPF ma offrono poca o nessuna protezione contro i raggi UVA. Il problema è che i produttori di prodotti per la protezione solare sono limitati a specifici ingredienti approvati dalla FDA 17 quando si preparano creme solari, ma solo 8 viene utilizzato. Molti degli ingredienti disponibili sono buoni per la protezione UVB, ma solo pochi filtri UVA. Solo due filtri UV approvati dalla FDA forniscono un filtro UVA decente e basta ossido di zinco e avobenzone. Quelli sono la soluzione migliore se devi scegliere.

protezione solare-attivo-ingredienti-UVA e UVB-protezione raggi

Perché i raggi UVA ti preoccupano? Perché mentre i raggi UV possono causare scottature, i raggi UVA possono causare radicali liberi dannosi per la pelle e la soppressione del sistema immunitario.

I test di laboratorio non equivalgono alle prestazioni reali

L'efficacia della protezione solare è per lo più testata all'interno dei laboratori e potrebbe non riflettere le loro prestazioni in situazioni reali e contro condizioni meteorologiche reali.

L'efficacia della protezione solare nella sua capacità di proteggere dal melanoma non è confermata

Mentre la rivendicazione della protezione solare è la protezione contro il melanoma, un tipo di cancro della pelle, non ci sono studi sufficienti per confermare questo. Si dice che entrambi i raggi UVB e UVA contribuiscano al rischio di melanoma. Solo uno studio dall'Australia afferma che utilizzando una protezione solare 15 SPF ogni giorno in combinazione con altre strategie di protezione solare, hanno ridotto i nuovi casi di melanoma di 50% e il melanoma invasivo di 71%. La relazione tra esposizione ai raggi UV e melanoma è estremamente complessa. Ad esempio, alcuni studi affermano che l'esposizione regolare al sole può ridurre il rischio di melanoma.

I filtri solari possono rompersi mentre sono in bottiglia

Anche i filtri solari naturali possono rompersi all'interno della bottiglia. Se vedi che la miscela si agglutina o la separa potrebbe essere il momento di buttare via la tua crema solare. Ricorda, se ha un odore divertente o sembra divertente, buttalo fuori.

Gli ingredienti da evitare nella crema solare

protezione solare-ingredienti-attiva-inattiva

Il problema con molti ingredienti attivi è che in realtà vengono assorbiti nel corpo fino al punto in cui può essere trovato nel sangue, nel latte materno e nei campioni di urina. Gli ingredienti attivi tipicamente vengono in due forme - filtri minerali e chimici. Usano diversi metodi per proteggere la pelle. La maggior parte dei filtri solari nei negozi utilizza filtri chimici.

Tra alcuni dei filtri più importanti c'è l'ossibenzone, che si trova in quasi il 70% dei filtri solari non minerali ed è stato trovato in 96% della nostra popolazione. È stato collegato a interruzioni ormonali e reazioni cutanee allergiche (Krause 2012, Rodriguez 2006). La nostra esposizione è aumentata a questa sostanza chimica nell'ultimo decennio. Mentre sono necessari ulteriori studi per valutare i rischi di questi prodotti chimici per la protezione solare, dovresti cercare di evitare i filtri solari con queste sostanze chimiche comuni.

Accanto a ciascuno, abbiamo elencato il punteggio di rischio di EWG, 10 è il peggiore, 1 è il più sicuro. Evitare quelli in rosso e arancione.

Oxybenzone (8)

Legato a: alterata produzione di sperma negli animali; edometriosi nelle donne

Octinoxate (Octylmethoxycinnamate) (6)

Collegato a: attività ormonale; alterazioni della tiroide, del comportamento e dell'apparato riproduttivo

Homosalata (4)

Collegato a: estrogeni, androgeni e disgregazione del progesterone

Principi attivi dal lato più sicuro:

Octisalate (3), octocrilene (3), biossido di titanio (2 / 4 se polvere o spray), avobenzone (2), mexoryl sx (2), ossido di zinco (2 / 4 se polvere o spray).

Protezione solare: la tua ultima risorsa per la protezione solare

Come puoi vedere, la custodia per la protezione solare non è in bianco e nero. Non affidarti solo alla protezione solare per proteggerti dal sole. Ecco alcuni consigli per la prima linea di difesa e come proteggersi senza protezione solare:

Indossare vestiti

how-to-protect-da-UVB-UVA-sun-naturale

Puoi ridurre la tua esposizione ai raggi UV del sole di 27% semplicemente indossando i tuoi pantaloncini, pantaloni, cappelli e magliette normali!

Goditi l'ombra

Puoi trovare un posto con un'ombra o crearne uno tuo. Puoi sdraiarti sulla spiaggia, ma farlo sotto un ombrellone o una tenda. È possibile ridurre il rischio di ustioni nei neonati di 30% tenendoli all'ombra.

Non lasciare senza occhiali da sole (anche in inverno)

occhiali da sole-protezione UV

Gli occhiali da sole non sono qualcosa da indossare solo per lo stile. Possono proteggere i tuoi occhi dai dannosi raggi UV.

Scegli i tuoi momenti per divertimento sotto il sole

È possibile pianificare i tempi in cui il sole è più caldo e si corre il rischio maggiore. Esci presto la mattina o nel pomeriggio quando è ambientato.

Evitare scottature

Sembra il buon senso, ma la pelle danneggiata non fa ridere. La pelle arrossata, rossa o anche solo dolorante può significare che il sole ha già danneggiato la pelle.

Impara a usare l'indice UV

L'indice UV sul tempo è qualcosa che salta tutti, ma può essere uno strumento prezioso che evita la sovraesposizione al sole. Puoi anche chiedere a Siri "Cos'è l'indice UV oggi?". Vi dirà quali saranno i tempi più caldi, quanti minuti occorrerà per ottenere scottature a seconda del tipo di pelle, e anche quale protezione solare SPF applicare.

Come scegliere la giusta protezione solare

In alcune situazioni, è necessaria la protezione solare. Basta ricordare questi suggerimenti rapidi in grassetto quando si acquista la prossima protezione solare.

Non ci sono filtri solari spray

Spray-solare-nocivi

Mentre i filtri solari spray possono sembrare un modo super conveniente per proteggersi dai raggi UV, rappresentano anche un rischio a causa dell'inalazione. L'azione spray rende anche facile perdere punti e ottenere la giusta quantità di copertura.

Nessun palmitato di retinile (vitamina A)

Molte creme notturne utilizzano Retinyl Palmitate (una forma di vitamina A) a causa del suo presunto potere anti-invecchiamento. Tuttavia, quando è coinvolta l'esposizione al sole, il palmitato di retinile può effettivamente aiutare ad accelerare le lesioni e i tumori della pelle secondo diversi studi governativi. La FDA non ha ancora vietato questo ingrediente, ma dovrebbe essere evitato nella protezione solare.

Nessun SPF altissimo

Molti filtri solari sono etichettati con quantità ridicole di SPF (fattore di protezione solare) che danno alle persone un falso senso di sicurezza. La protezione solare con SPF altissima può proteggerti dalla solarizzazione, ma non affronta la protezione dei raggi UVA che possono penetrare in profondità nella pelle e causare funzioni del sistema immunitario abbassate, invecchiamento cutaneo e persino cancro della pelle. Anche le persone che si coprono con i filtri solari SPF alti tendono a rimanere al sole troppo a lungo, il che può ulteriormente esporli a danni UVA.

protezione solare-protezione UV-SPF-vs-percentuale di assorbimento

Ecco la differenza tra le valutazioni SPF per quanto riguarda i raggi UVB:

SPF 15: Blocca 94% di raggi UVB

SPF 30: Blocca 97% di raggi UVB

SPF 45: Blocca 98% di raggi UVB

Il fattore di protezione solare è un modo per ingannare i consumatori e non aiutarli. Qualcuno che non sa nulla di SPF presuppone che SPF 30 sia il doppio della protezione rispetto a 15 SPF, ma in realtà è solo 3% più efficace. Inoltre, qualunque sia il numero SPF, anche se è SPF 500 (o anche una grande protezione UVA) dopo alcune ore la protezione solare è scomparsa. Quindi la protezione solare deve essere riapplicata frequentemente e non essere dimenticata.

Fonte: WebMB

Nessun ossibenzone e altre sostanze chimiche che distruggono il sistema endocrino

L'ossibenzone è una sostanza chimica molto comune che viene utilizzata nella protezione solare e penetra in profondità nella pelle e si fa strada nel flusso sanguigno. Agisce come un estrogeno nel tuo corpo e può scatenare reazioni allergiche. Diversi studi hanno trovato collegamenti tra maggiori quantità di ossibenzone e impatti negativi sulla salute come l'endometriosi nelle donne anziane e il peso inferiore alla nascita sulle figlie (se la madre avesse livelli più alti della sostanza chimica).

Nessun olio abbronzante

Per quanto ti piacciano i tuoi oli abbronzanti, sono semplicemente inutili. Tendono ad offrire un'incredibile protezione solare in quanto contengono solo bassi livelli di ingredienti per la protezione solare. Se è necessario acquistare olio abbronzante, non acquistarne uno con un valore SPF inferiore a 15 e quelli contenenti ossido di zinco o avobenzone quando si tratta di protezione UVA.

Nessuna crema solare o salviettine

Mentre molte persone amano le salviettine e le polveri per la protezione solare, la FDA no. Offrono una protezione inaffidabile e i residui di polvere potrebbero causare più danni al tuo corpo.

Niente combinazioni di protezione solare / repellente per insetti

Non acquistare prodotti che combinano repellente per insetti e crema solare. Anche se potrebbe sembrare un modo conveniente per uccidere due piccioni con una fava, non è un'idea intelligente. Quando l'esposizione ai raggi UV è al massimo, in genere gli insetti non sono nemmeno una preoccupazione. Inoltre, la protezione solare potrebbe dover essere applicata più spesso del tuo repellente per insetti (o viceversa). Ci sono studi che suggeriscono anche che la tua protezione solare e la ricetta per l'insetto repellente potrebbero consentire alla tua pelle di assorbire meglio gli ingredienti repellenti, che non è qualcosa che desideri.

L'ossido di zinco potrebbe essere la soluzione migliore

Se ci si trova di fronte a una scelta rapida tra le creme solari, l'ossido di zinco offre la migliore combinazione di protezione UVA e UVB. Sulla base dei dati più recenti, mostrano anche il minor rischio di effetti sulla salute, ma non dovresti ancora considerarli completamente sicuri fino a quando non ci saranno più studi.

suncreen-ingredienti-efficacia-UVB-UVA-protezione

Come selezionare l'SPF corretto

Una volta che hai preso in considerazione i criteri di cui sopra, devi capire quale tipo di protezione hai bisogno in base all'attuale livello di UV e al tipo di pelle. Se hai una pelle molto chiara, avrai bisogno della massima protezione disponibile. Questo è un grafico approssimativo, ma tieni a mente ciò che abbiamo menzionato riguardo l'alto SPF. Non hai bisogno di nulla sopra SPF 50 e nella maggior parte dei casi, SPF 30 funzionerà perfettamente. Se non sei sicuro, vai con SPF 30 - 50 e riapplica spesso.

Dovremmo usare la protezione solare?

naturale protezione solare

Dati tutti i fattori sopra, sembra che dovremmo prima proteggerci dal sole usando le tecniche sopra menzionate. Evitare l'esposizione prolungata al sole, specialmente quando l'indice UV è alto. Se vai all'aperto, assicurati di utilizzare una protezione solare adatta ai criteri menzionati prima. I filtri solari che contengono ossido di zinco e biossido di titanio come ingredienti attivi possono essere i più efficaci. Ricorda, la protezione solare non è una soluzione "applica una volta e dimentica", quindi riapplica spesso. Sii intelligente, usa il buonsenso e goditi il ​​tuo tempo all'aria aperta.

Alternative più sane e più naturali per la protezione solare

Se desideri acquistare una crema solare senza oxybenzone e con buone protezioni UVA e UVB e ingredienti minimi, ecco alcuni consigli di EWG.org. Tieni presente che i filtri solari più naturali tendono generalmente ad essere un po 'più fastidiosi da indossare e possono lasciare uno strato bianco. Ma è un piccolo prezzo da pagare per evitare sostanze chimiche dannose e dannosi raggi UV.

Green Screen Organic Sunscreen SPF 31

Lozione Zinco Chiaro Babo Botanicals SPF 30

Tropical Sands SPF 50 Biodegradabile Visibile Protezione solare minerale

Mistaya Organic Skincare Crema solare biologica Stick SPF 30

Badger Baby Sunscreen SPF 30 + e Face Stick

Thinkbaby Safe Sunscreen SPF 50 +

EWG li considera tutti come 1 (1 è il più sicuro, 10 è il meno sicuro). Puoi controllare dove si posizionano i filtri solari qui.

Circa l'autore

Organici

Deliziosa fonte di notizie di tendenza, ricette salutari, video e offerte su prodotti biologici.